La gastroenterite
Pancia in salute > Diarrea acuta > La gastroenterite

La gastroenterite

Che cos’è la gastroenterite?

La gastroenterite acuta è un’infiammazione del rivestimento del tubo digerente. Può essere correlata ad un virus (e in questo caso è molto contagiosa) o ad un batterio. La trasmissione può essere effettuata da:

  • Contatto diretto tra una persona e un’altra già malata,
  • Cibo contaminato da una persona malata o acqua sporca,
  • Contatto con oggetti su cui particelle fini di feci sono state depositate da persone ammalate. 

I sintomi della gastroenterite

La gastroenterite si manifesta con diarrea acuta improvvisa che si verifica tra le 24 e le 72 ore dopo l’infezione. Questa diarrea è caratterizzata da un cambiamento nella frequenza delle feci (più di tre scariche di feci liquide in 24 ore) e della loro consistenza (morbida o liquida). La diarrea può essere accompagnata da nausea o vomito, dolore addominale (crampi), lieve febbre e talvolta sangue nelle feci. 

Cosa fare in caso di gastroenterite?

Bere in caso di gastroenterite

In caso di gastroenterite, bisogna fare attenzione a rimanere ben idratati e ad evitare di contaminare coloro che ci circondano. La gastroenterite è solitamente di origine virale e pertanto non richiede un trattamento antibiotico. Per ridurre i sintomi della diarrea acuta, sono disponibili in farmacia alcuni prodotti.

Leggi il nostro appofondimento: il trattamento della diarrea acuta.

Nei casi gravi o a rischio (come sangue nelle feci o febbre), è necessario consultare il proprio medico, il quale potrebbe chiederti di eseguire ulteriori test, come un esame delle feci. 

Leggi il nostro articolo: Quando consultare il medico?

Lavarsi bene le mani in caso di gastroenterite

Infine, per limitare la contaminazione dell’ambiente circostante, ecco alcuni consigli pratici:

  • Lavarsi spesso le mani con acqua calda e sapone (prima di mangiare o preparare il cibo, dopo aver usato il bagno…). In assenza di acqua e sapone, è possibile utilizzare un gel o una soluzione idroalcolica.
  • Conservare gli spazzolini separatamente,
  • Evitare di toccarsi la bocca o il naso senza lavarsi le mani,
  • Utilizzare i fazzoletti di carta monouso,
  • Pulire il bagno con un disinfettante, dopo ogni scarica diarroica,
  • Pulire le zone più a rischio della tua casa: maniglie delle porte, telefono, lavabo …
  • Cambiare gli asciugamani regolarmente

Cosa mangiare in caso di gastroenterite?

Cosa mangiare in caso di gastroenterite?

È importante adattare la dieta in caso di gastroenterite.

Ecco le basi di questa piccola dieta speciale:

  • Bere più del solito, comprese le bevande contenenti zucchero o sale per compensare le perdite in acqua e sali (acqua, acqua zuccherata, brodo vegetale),
  • Assumere pasti leggeri ma frequenti, composti da cibi salati, ricchi di glucosio e senza fibre (riso, pasta, carote cotte),
  • Ad eccezione delle banane, evitare frutta e verdura crude e bevande ghiacciate. Le bevande analcoliche non sono controindicate.

Le epidemie di gastroenterite

Molte persone consultano un medico generico per la gastroenterite acuta ogni mese. La gastroenterite si sviluppa ogni anno su un ciclo regolare, con un picco epidemico in inverno ed è particolarmente contagiosa: è quindi importante proteggersi dai virus in inverno, soprattutto lavando le mani regolarmente e correttamente.

Le informazioni contenute in questa pagina sono da intendersi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun caso assistenza o consiglio medico.