Stitichezza e gravidanza: cosa devono sapere le donne incinte
Pancia in salute > Stitichezza > Stitichezza e gravidanza: cosa devono sapere le donne incinte

Stitichezza e gravidanza: cosa devono sapere le donne incinte

La stitichezza è un disagio molto comune per le donne, specialmente durante la gravidanza.

Si verifica principalmente durante il primo e il terzo trimestre. Gli esperti ritengono che l’aumento degli ormoni femminili nelle prime fasi della gravidanza abbia un effetto negativo sul transito intestinale e sull’idratazione delle feci. Nella tarda gravidanza invece, la pressione esercitata dall’utero comprime il tratto intestinale. A ciò vanno aggiunti gli effetti dei modificati stili di vita: il ridotto movimento fisico, le variazioni di dieta e l’aumento di peso, soprattutto.

E’ quindi un disturbo tipico di tutto il periodo della gravidanza e nella maggior parte nei casi non è un problema serio. Ma attenzione! Ciò non significa che sia da trascurare.

Oltre ad essere fastidiosa nella vita di tutti i giorni, la stitichezza può avere conseguenze sulla salute. In effetti, l’aumento della pressione addominale durante la spinta per andare in bagno può contribuire ad indebolire il perineo e favorire lo sviluppo di emorroidi. Ma cosa fare, dunque?

Per prima cosa segui alcuni suggerimenti.

Alcuni consigli per evitare la stitichezza durante la gravidanza

Suggerimenti per evitare la stipsi durante la gravidanza

Primo consiglio: bere acqua! Durante i primi mesi di gravidanza, è dimostrato che le donne incinte che bevono meno acqua hanno maggiori probabilità di soffrire di stitichezza. Bevi almeno 1,5 L di acqua al giorno. Inoltre, l’assunzione di una scarsa quantità d’acqua può favorire le infezioni del tratto urinario, che possono avere gravi conseguenze durante la gravidanza.

Per evitare la stitichezza, può anche essere utile adeguare la dieta: mangia fibre! Questo è il consiglio alimentare principale da seguire. Si consiglia di mangiare da 20 a 30 g di fibre al giorno.

Infine, bisogna evitare alcune cattive abitudini. In particolare, dobbiamo evitare di aspettare ad andare in bagno e soprattutto imparare a mantenere abitudini regolari. Può anche essere di grande aiuto praticare regolarmente un’attività fisica adatta alla gravidanza (camminare, nuotare, fare ginnastica dolce). In caso di dubbi, non esitare a chiedere consiglio al medico, al farmacista o all’ostetrica.

Leggi il nostro approfondimento su cosa mangiare in caso di stitichezza

Cosa fare in caso di stitichezza in donne in gravidanza?

La prescrizione di un trattamento lassativo osmotico, su consiglio medico, non è controindicata durante la gravidanza. Attenzione, in caso di completa assenza di feci per diversi giorni, presenza di dolore, vomito o sangue nelle feci, è necessario consultare rapidamente un medico. Infatti, in rari casi, la stitichezza può rivelare un problema più grave.

Ulteriori informazioni sui farmaci lassativi